Ricerche e Relazioni

I fabbisogni formativi manageriali per le PMI e l’attuazione delle linee strategiche della Regione Campania nel settore dei trasporti

I fabbisogni formativi manageriali per le PMI e l’attuazione delle linee strategiche della Regione Campania nel settore dei trasporti

Anno: 2007
Autore: Riccardo Mercurio

download

La competitività è determinata dalla capacità di innovare e gestire processi produttivi e processi di
innovazione.Tuttavia oggi la modalità di sviluppare innovazione e di competere nel settore dei trasporti è, in modo più vincolante che in passato e forse di quanto accade oggi in altri settori, quella di “evolvere in rete”.
Per gli esercenti dei servizi di trasporto le nuove esigenze competitive sono determinate anche dai
processi di liberalizzazione. L’inevitabile “esplosione” del fenomeno costringe gli operatori a riflettere ed intervenire su tutti gli aspetti strategici del business. Altro aspetto strategico inevitabile riguarda la qualità dei servizi. Per i servizi “basic” il problema della qualità coincide con la capacità di razionalizzazione e di competizione con le altre aziende del sistema.
Per i servizi “innovative” il problema è il coordinamento (“fare gruppo”) con le aziende che operano nella rete(…anche impegnate nei servizi di sosta, nella gestione della semaforica…).

L’organizzazione delle agenzie per la regolazione e la competizione nei mercati di servizi di trasporto pubblico

L’organizzazione delle agenzie per la regolazione e la competizione nei mercati di servizi di trasporto pubblico

Anno: 2006
Autore: Marcello Martinez, Paolo Canonico

download

Nella maggioranza dei paesi europei il superamento degli assetti monopolistici ed il tentativo di realizzare la separazione fra gestione politica, pianificazione del sistema e controllo della quantità e qualità, e gestione delle operazioni nei servizi di trasporto pubblico locale ha richiesto la costituzione di nuove organizzazioni pubbliche nelle quali raccogliere e sviluppare risorse professionali dotate delle competenze e conoscenze necessarie per gestire i processi di regolazione, pianificazione, affidamento e controllo di progetti di investimento e di erogazione dei servizi di trasporto pubblico.

Le denominazioni utilizzate in Europa per individuare tali organizzazioni sono spesso diverse: centri di regia, sindacati, authority, agenzie.



Sono stati identificati tre modelli organizzativi di agenzie, idealmente collocabili lungo un continuum che evidenzi il potere e la responsabilità dell’agenzia in tema di controllo in autonomia dei processi critici identificati. Il primo modello si può denominare agenzia di gestione, il secondo agenzia esecutiva, il terzo agenzia di supporto. Il modello di classificazione proposto rappresenta uno strumento di posizionamento delle agenzie che riflette le contingenze specifiche della realtà italiana.

LA RISORSA TRASPORTI NELLE ECONOMIE REGIONALI IL CASO CAMPANIA

LA RISORSA TRASPORTI NELLE ECONOMIE REGIONALI IL CASO CAMPANIA

Anno: 2003
Autore: Riccardo Mercurio, Paolo de Vita

download

Questo studio, svolto in collaborazione con l’Assessorato ai Trasporti della Regione Campania,  non rappresenta solo l’occasione per l’analisi di un comparto importante e fondamentale per lo sviluppo economico dell’area territoriale regionale, ma anche la descrizione di un diverso modo di affrontare la politica di intervento in un settore che presenta elevate interdipendenze e connessioni tra i diversi soggetti che operano, a vario titolo, nelle attività di trasporto e che devono garantire la mobilità di beni e persone.

La Campania rappresenta nel panorama nazionale una delle regioni che sta dimostrando maggiore attenzione ed effervescenza nell’attività di programmazione e di sviluppo degli investimenti nel settore. L’aspetto interessante è l’obiettivo di integrazione che si è posto la Regione attraverso la creazione di una rete di trasporto  intermodale che, una volta ultimata, collegherà l’intero territorio della Campania. Inoltre, l’esperienza di integrazione tariffaria dell’intero sistema con UnicoCampania rappresenta un esempio significativo di sviluppo del network dei trasporti e dei rapporti tra aziende.

NUOVE STRATEGIE PER IL TRASPORTO FERROVIARIO DELLE MERCI IN EUROPA

NUOVE STRATEGIE PER IL TRASPORTO FERROVIARIO DELLE MERCI IN EUROPA

Anno: 2000
Autore: Marcello Martinez, Ernesto De Nito, Vincenza Esposito

download

Il trasporto ferroviario europeo ha subito a partire dagli anni ’90 un profondo processo di trasformazione avvito dalla direttiva 440 del 1991 e tutt’ora in atto. Le regole stabilite dalla comunità hanno dato luogo a diverse applicazioni nei paesi europei, in particolare in relazione alla definizione dei canoni di accesso alla rete, al controllo della responsabilità delle tratte ed alla certificazione degli standard dei veicoli e degli impianti.

Si sta assistendo in sostanza ad una fase transitoria che culminerà con il passaggio da una situazione di National non market regulation ad una di european regulation for the market: il percorso di integrazione comunitaria ha reso necessario avviare un processo di market building fondato sul principio della liberalizzazione e del’apertura degli accessi alle infrastrutture nazionali ad ogni soggetto europeo.

I risultati della ricerca confermano quanto sia utile cercare di analizzare le diverse caratteristiche tra operatore e cliente, sia dal punto di vista organizzativo che manageriale, in quanto questa rappresenta uno degli elementi sui quali è possibile costruire il vantaggio competitivo.